Il Bagòss di Bagolino

Chefs4Passion

G: Proseguendo il percorso iniziato qualche post fa sull’arte casearia italiana, oggi scrivo di un formaggio che ho conosciuto grazie al mio rivenditore di fiducia: il Bagòss di Bagolino. Devo ammettere che il commerciante non ha impiegato molto a convincermi, infatti, mi è stato presentato come un formaggio della tradizione lombarda, di stagionatura minima 12 mesi (io ho acquistato un 40 mesi), di colore giallo dovuto all’aggiunta dello zafferano in cottura, detto anche il Parmigiano dei poveri (sebbene il prezzo si aggiri intorno ai 40 euro/kg). Insomma, un formaggio a pasta dura, che si rompe in scaglie, dal colore intenso e dal sapore speziato, perfetto per condire risotti o polenta e davvero strepitoso se gustato a pezzi. Per scrivere questo post, come sempre, ho dovuto approfondire e acquisire tutte le informazioni utili a descrivere il prodotto, oltre alle mie personali sensazioni. La mia ignoranza è stata colmata nientemeno che dalla…

View original post 71 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...