week-end = pasta madre= pan brioches variegato

zuccherando

Oggi vi presento un pan brioches un pò speciale! Anche qui, vi avevo presentato la stessa ricetta, ma ora ho usato la pasta madre. Quindi niente vieta di preparare questo pan brioches usando il lievito di birra o il lievito madre in polvere che ormai si trova in quasi tutti i supermercati. Devo dire che però il risultato organolettico usando la pasta madre è nettamente superiore!! Ogni fine settimana rirfresco la mia pasta madre e preparo di solito pizza, pane e un dolcino, ieri è toccato al pan brioches! Una parte (il cuore) l’ho variegaro aggiungendo il cacao amaro in polvere all’impasto, invece le fette sono all’orzo come in precedenza! La ricetta è questa:

  • 500gr di farina manitoba
  •  130 gr di pasta madre matura o 35gr di lievito madre secco in polvere o mezzo cubetto di  lievito di birra fresco)
  • 1 cucchiaio di malto d’orzo
  • 65 gr di zucchero

View original post 392 altre parole

Annunci

Avanguardia Crudismo: Croccante svuotadispensa alle carote di Laura Cuccato

Ecocucina

croccante laura cuccato 3

Il crudismo è una vera avanguardia gastronomica (ne ho parlato anche in un post dedicato a Daniela Cicioni) capace di regalare piatti sorprendenti a partire da materie prime 100% vegetali. Cucinare a crudo significa non superare mai i 42° C,  temperatura sopra la quale gli enzimi e le vitamine si deteriorano con conseguente impoverimento del contenuto nutritivo degli alimenti. Ci sono ricette crudiste estremamente semplici e veloci come i gazpachi, le creme, i burri e le insalate e altre più complesse che richiedono marinature, ammolli e l’uso dell’essiccatore.

Non ho abbandonato le tecniche tradizionali per il crudismo, ma cerco di portare sempre più spesso sulla mia tavola piatti in grado di restituirmi il 100% di vitamine e sostanze preziose.

La persona che alcuni anni fa mi ha fatto scoprire il mondo della cucina a crudo è Laura Cuccato, chef e scrittrice autrice del blog Salto nel crudo e dei volumi…

View original post 361 altre parole

Calamari ripieni alla liparese

Ricette pensieri e idiozie

Questa sera sono davvero di fretta: sono appena tornata dalla montagna e sono alle prese col drammatico cambio di stagione, quindi per vostra fortuna non ho molto tempo per i preamboli.

Questo piatto di pesce è davvero gustoso e semplice da realizzare, l’unica noia è pulire tutti i calamari ma se non ne avete voglia potete prendere quelli surgelati già pronti per l’uso.

Calamari ripieni alla lipareseINGREDIENTI PER 2/3 PERSONE:

400 gr di calamari

100 gr di pangrattato

25 gr di capperi

50 gr di olive verdi

25 gr di pecorino grattugiato

250 gr di pomodori maturi

mezza cipolla

prezzemolo

olio

sale e pepe

Pulite i calamari lasciando intere le sacche.

Spellate i pomodori e tagliateli a cubetti. Tagiate a pezzettini le olive ed unitele ai pomodori. Aggiungete anche il pangrattato, i capperi, il pecorino, il prezzemolo ed i tentacoli dei calamari tritati. Regolate di sale e di pepe e mescolate bene.

Riempite…

View original post 38 altre parole

Cucina irlandese: ricette tipiche per festeggiare come San Patrizio comanda

Lili Madeleine

guinness-darth-vaderOggi è San Patrizio, patrono d’Irlanda e di tutti gli Irlandesi sparsi nel mondo, quindi più o meno di qualche milione di persone.

Sì perché un’isola così piccola ha prodotto un numero immenso di figli che poi ha spedito ovunque ai quattro angoli del globo. E siccome tutti ci sentiamo un po’ Irish nel sangue, questa è l’occasione giusta per scoprire la cucina irlandese, vestirsi di verde e bere litri di Guinness o Kilkenny, a seconda dei gusti (nel mio caso, l’innominabile accoppiata birra e gazzosa, il panachè).

View original post 690 altre parole

Batate ripiene

Biologico Vegetale Sostenibile

Un ripieno gustoso, sfizioso e aromatico: il gusto morbido e delicato della batata, la crema speziata, un mix perfetto, un piatto unico, bello e buono.
Ingredienti:
due batate di media grandezza
250 gr. di tofu al naturale
2 pomodorini secchi
1 piccola cipolla o 1/2 grande
8-10 olive taggiasche
timo essiccato q.b.
zenzero in polvere
coriandolo in polvere
sale q.b.
olio extravergine d’oliva q.b.

Procedimento:
La sera precedente far marinare il tofu tagliato a fette in una soluzione di acqua, poco olio extravergine d’oliva, timo e i pomodorini secchi.
Lavare accuratamente le batate con un spazzolino morbido, sfregarle per eliminare tutti i residui di terra.
Eliminare eventuali parti rovinate, cuocerle a vapore mantenendole al dente.
Tagliare a piccoli cubetti la cipolla e farla appassire in una padella antiaderente con pochissima acqua.
Tagliare a piccoli cubetti il tofu e un pomodorino.
Dalla padella togliere metà della cipolla e tenerla da parte…

View original post 257 altre parole